Marche, Cagli

Cagli in Rinascimento

 

Cagli in Rinascimento è un progetto nato per rievocare lo spirito rinascimentale della città e portarlo a nuova vita.

Guidata dall’Associazione Giochi Storici, la manifestazione unisce nuove e vecchie generazioni in un ideale di continuità storica, facendo tornare Cagli all’antico splendore del suo periodo d’oro. L’obiettivo di “Cagli in Rinascimento” è proprio quello di riaccendere i fasti dell’epoca in cui la città appariva come un cantiere in continuo fermento, fra cambiamenti architettonici e nuovi influssi culturali.

La prima edizione di “Cagli in Rinascimento” risale al 2006, quando l’Associazione Giochi Storici decise di organizzarla per valorizzare e promuovere l’attività dei gruppi storici che la costituiscono e offrire a tutti loro una possibilità per mettersi alla prova con nuove iniziative ambientate nel periodo rinascimentale. La prima edizione vide la significativa presenza dei Balestrieri dell’Oca, degli Arcieri dell’Oca, dei Tamburini e l’esclusiva messa in opera di un laboratorio di commedia dell’arte giovanile, sfociato nella formazione della compagnia Guitti dell’Oca.

Lo spettro di attività inerenti al periodo rinascimentale eseguite dalle varie compagnie storiche interne all’Associazione è estremamente ampio, tanto da aver permesso alle compagnie di espandersi anche fuori dai confini di Cagli, per raggiungere molte altre città che hanno desiderato usufruire del loro contributo per rivalutare e potenziare le proprie manifestazione storico-culturali.

Nel corso del tempo, la manifestazione, è diventata un vero cantiere dove far crescere i gruppi preesistenti dell’Associazione ed esplorare le potenzialità di nuovi gruppi storici, in un’ottica di continuo miglioramento ed evoluzione. Tutte le compagnie hanno avuto l’opportunità di dedicarsi ad uno svariato panorama di attività, cosa impossibile nei frenetici e saturi giorni dello storico Palio “Giuoco dell’Oca”.

“Cagli in Rinascimento” ha acquisito appuntamenti ricorrenti durante gli anni. Fra questi, segnaliamo i due tornei nazionali di balestra e arco a cui partecipano le città aderenti alla LITAB e alla CAST, l’esibizione di teatro rinascimentale organizzata dai Guitti dell’Oca, la mostra dei costumi storici e le immancabili opportunità di ristoro dove gustare pietanze tipiche rinascimentali servite da persone in costume. Questi punti fissi non hanno però compromesso lo spirito innovatore e sperimentale della manifestazione, sempre volta all’approfondimento del periodo rinascimentale.

Programma

 
SABATO 3 AGOSTO: Palio dei Mezzani e Cagli in Rinascimento

Ore 11.00 Palazzo Mochi Zamperoli inaugurazione mostra: “Epistolario Ducale” corrispondenza tra i Duchi di Urbino ed i Vescovi e Canonici di Cagli  – termina il 12/8. Apertura mostra con il Gruppo di danza storica “Gugliemo Ebreo da Pesaro” con l’Arte del danzare alla corte di Federico da Montefeltro: “Leggeri passi che lo intellecto guida”

Ore 17.00 P.zza Matteotti Palio dei Mezzani III edizione “Palio dei Mezzani” rievocazione da parte dei paggi giocatori di età compresa tra i 14 e i 18 anni, vestiranno i colori delle proprie squadre riproponendo lancio dei dadi, giochi e sfide

Ore 19.00 P.zza Papa Niccolò IV (P.zza del Teatro) apertura Taverna Unica dei quattro quartieri con cucine tradizionali e musiche dal vivo.

Ore 21.00 P.zza Matteotti combattimenti e spettacolo con fuoco a cura della Compagnia d’Arme “I Poeti della Spada”.

Ore 23.30 Torrione Martiniano Fuochi Pirotecnici.